sabato 21 aprile 2018

TORTILLA SCOMPOSTA CON UOVO BAVOSO E CIPOLLOTTO IN AGRODOLCE


Ogni volta mi dico “questo mese non posso proprio partecipare” maledicendo i mille impegni che mi tengono lontana dall'MTC. Certe volte (pochissime) davvero non ce l’ho fatta, con tutta la più buona volontà, ma spesso, invece mi sono ritrovata a scrivere “questo mese non potevo proprio non partecipare”.
E questo mese non posso che dire nuovamente “questo mese non potevo non partecipare” e lo dico con una convinzione maggiore delle altre volte, se mai fosse possibile.
Perché è così, davvero questo mese non potevo non partecipare, nonostante sia stata lontana da casa per quasi tutto il periodo della sfida e mi ritrovi a scrivere il post su un Frecciabianca. Non potevo non partecipare perché questa è una sfida storica, quella che chiude l’mtc che noi tutti conoscevamo, ma anche perché trattasi di cucina spagnola, anzi, della regina incontrastata dell’arte del tapeo, ma anche di quella cucina casalinga che così tanto accomuna la Spagna con l’Italia. Ma soprattutto perché la padrona di casa questo mese è LEI, la mitica che più mitica non si può, anima e cuore - dopo la Van Pelt, ci mancherebbe :) - di questo grande e divertentissimo gioco.
Gioco che, sì, cambierà, perché come tutte le cose anch'esso non può che adattarsi alla realtà che muta, per diventare ancora più bello e appassionante. Insomma, ne vedremo delle belle prossimamente sugli schermi di questa pazza community targata MTC.
Intanto, cara Mai, ti devo dire che la mia proposta è davvero basica, perché mi sono trovata un po’ in difficoltà, non tanto per il tempo  che mancava, quanto per la paura che eventuali voli pindarici avrebbero potuto snaturare, señoras y señores, Ella, su majestad la tortilla.
Quindi la mia proposta creativa - seguirà quella classica - è un piccolo rösti di patate, adagiato in una paellera (termine improprio per padella in cui si cucina la paella) monoporzione (ne ho fatto incetta a Valencia), con un uovo in camicia e cipollotto di Tropea in agrodolce. Non poteva mancare l’uovo bavoso, mi è piaciuto troppo come Mai ha definito la consistenza che deve avere l'interno di una vera tortilla.



TORTILLA SCOMPOSTA CON UOVO BAVOSO E CIPOLLOTTO DI TROPEA IN AGRODOLCE

Ingredienti per una tortilla monoporzione 
1 patata di media grandezza
1 uovo molto fresco
1/2 cipollotto rosso di Tropea
1 cucchiaio di aceto di vino
2 cucchiaini di zucchero muscovado
olio extravergine d’oliva
sale
Pulite il cipollotto, togliete il gambo verde e tenetelo da parte. Tagliate il cipollotto a fettine molto sottili e fatelo appassire a fuoco lento in un pentolino con un po’ d’olio, l’aceto, la stessa quantità d’acqua, un pizzico di sale e lo zucchero e fate evaporare tutto il liquido fino a quando il cipollotto sarà diventato morbido. Tagliate il gambo ricavandone degli steli sottili.
Pelate, pulite e grattugiate con la grattugia a fori larghi la patata. Salatela e mettetela a cuocere in un pentolino antiaderente da 20 cm di diametro con un po’ d’olio a fuoco lento. Dopo qualche minuto, quando vedrete che comincerà a compattarsi e si sarà formata una bella crosticina, girate e cuocete anche dall’altro lato. Adagiate la tortilla/rösti nel piatto in cui la servirete.
Sgusciate l’uovo in una tazzina, portate ad ebollizione dell’acqua in un pentolino con un cucchiaino di aceto, create un vortice nell’acqua con una frusta e adagiate piano l’uovo all’interno dell’acqua. Fate cuocere per un paio di minuti.
Adagiate l’uovo sopra la tortilla/rösti e terminate con il cipollotto, decorando con il gambo.
Si consiglia di mangiare il piatto con un cucchiaio prendendo tutti gli ingredienti insieme.

Con questa ricetta partecipo all'MTC n. 72, con la tortilla di patate di Mai del blog Il colore della Curcuma.

 

 



16 commenti:

  1. Molto buono, buona serata michelaencuisine.

    RispondiElimina
  2. Bavoso for ever, da qui in avanti non esisterà altro termine! Bravissima.

    RispondiElimina
  3. Hello ! just an invitation to join us on "Directory Blogspot" to make your blog in 200 Countries
    Register in comments: blog name; blog address; and country
    All entries will receive awards for your blog
    cordially
    Chris
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.fr/
    Hello ! just an invitation to join for the community. This allows you to promote your website and publish articles
    https://plus.google.com/u/0/communities/109662684129677096983

    RispondiElimina
  4. Non ho capito se il mio commento ti é arrivato, da me é sparito...

    RispondiElimina
  5. Non ho capito se il mio commento ti é arrivato, da me é sparito...

    RispondiElimina
  6. Non ho capito se il mio commento ti é arrivato, da me é sparito...

    RispondiElimina
  7. Mi mancava la tua tortillas.... ottimo veramente e diciamo anche facile per me è solo il muscovado che non mi convince...sai io che lotto con gli zuccheri.. è poco e penso che lo posso anche omettere. Buona domenica cara e buona settimana.

    RispondiElimina
  8. la perfezione essenziale della semplicità. Adoro.

    RispondiElimina
  9. bell'idea di destrutturazione giocata solo sugli elementi basici (che condivido in pieno), splendida realizzazione e foto meravigliose!! Grande Mai!!

    RispondiElimina
  10. Pensa che rosti più uovo poché è stata la mia prima idea!
    Poi l'abbiamo leggermente modificata. Ma ovviamente mi piace un sacco ed è presentatao benissimo.

    Fabio

    RispondiElimina
  11. Wow..bellissimo aspetto...davvero invitante!

    RispondiElimina
  12. Avevo pensato alla stessa cosa, poi dopo la tua creazione ho evitato... Magnifico questo rosti.. e quell'uovo fa una gola!

    RispondiElimina
  13. Lo dico io... le cose semplici sono sempre quelle che fanno più gola! E quell'uovo bavoso...!!! Gnammm!

    RispondiElimina
  14. Mari, tu di tortillas ne hai credo provate abbastanza vero!!!
    Si vede… hai dimostrato come ogni ingrediente lo si possa "ribaltare" e "ricomporre" nel piatto come se fosse un giocco (e in verità di un giocco si tratta!) ma lo fai con una semplicità soltanto paragonato alla bontà di tutto quello che cucini! Non ho altro da dire.
    punto

    RispondiElimina
  15. OK, dopo il petaloso, scriverò io all'Accademia della Crusca per cambiare il significato di "basica" :)
    E te possino, Mari :)

    RispondiElimina