martedì 9 luglio 2013

CARAMELLE ALL'ASTICE PER I PIATTI DELLE STARS


Immergersi nella musica dei Baustelle è come fare un viaggio in treno scrutando dal finestrino appannato la vita degli altri, che in fondo è sempre anche un po’ la nostra.

Case dopo case, campi dopo campi, strade, macchine, trattori, mucche, alberi, treni, stazioni, persone, chi si alza e se ne va e chi arriva, valigie. E fuori è autunno e una leggera nebbia ricopre ogni cosa. Panni stesi ad asciugare, giocattoli in giardino, barbecue. E immaginare una vita che non è la propria, cercare di capire cosa si nasconde dietro a una finestra illuminata.
Vite di miseria e di squallore. Eppure emerge sempre la speranza, quel raggio di luce che spunta nella nebbia, che nasce dall’ansia di sottrarsi al conformismo, al vuoto, all’assenza di valori, alla freddezza dei sentimenti. E il romanticismo affiora sempre, quasi di nascosto, quando sembrava non ci potesse più essere salvezza.

Canzoni senza tempo che raccontano le storie di personaggi senza tempo. Siamo noi, quelli di trent’anni fa, di cinquanta, di ieri e di oggi, che viviamo la nostra piccola vita di provincia. Siamo noi che ci affanniamo nella quotidianità e che nello scorrere del tempo, e prima dell’inevitabile fine, annaspiamo nell’intento di nobilitare le nostre vite.

E così, per il Contest dell’Estate, i Piatti delle Stars, organizzato dalla carissima Patty nell'ambito di un particolarissimo evento, Siena & Star, che avrà come cornice niente di meno che la splendida Piazza del Duomo di Siena, dove dal 10 luglio al 2 agosto si esibiranno vari artisti affiancati da 24 bravissime blogger,  ho voluto cimentarmi in questo gioco e inventare una ricetta che si rifacesse alla musica dei Baustelle.

Ho pensato a una ricetta dal gusto un po’ vintage, che traesse ispirazione dalla cucina degli anni ottanta. A un piatto che cercasse di essere raffinato ma allo stesso tempo pop, proprio come sono i Baustelle. A un piatto che, nonostante l’aspetto un po’ geometrico, richiamasse il gioco e la voglia di tornare bambini. Perché è custodendo il proprio lato infantile che non si perde la capacità di guardare al futuro con speranza.

Sono partita da un piatto di tortellini alla panna, prosciutto e funghi. Non chiedetemi come sono poi arrivata a queste


CARAMELLE ALL’ASTICE
 SU CREMA DI CRESCENZA AI TRE GUSTI


Ingredienti per quattro persone

per la pasta
110 g di farina 00
1 uovo
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

per il ripieno
1 astice
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
½ tazzina di brandy
sale

per la crema di crescenza
250 g di crescenza
2 dl di latte

per i tre gusti
1 cucchiaio di piselli sgusciati
1/2 fogliolina di menta
olio extravergine d’oliva
sale
1 bustina di nero di seppia
1 bustina di zafferano in polvere

per completare
30 g di burro
bottarga grattugiata
 

Preparate il ripieno delle caramelle.
Sbollentate velocemente l’astice per qualche minuto e poi estraetene la polpa facendo attenzione a raccogliere l’acqua che fuoriesce dal carapace.
Mettete l’olio in una padella insieme allo spicchio d’aglio intero e fate rosolare la polpa dell’astice.
Sfumate con il brandy, fiammeggiate, salate leggermente, togliete lo spicchio d’aglio e spegnete il fuoco.
Tagliate a pezzetti grossolani la polpa dell’astice (deve rimanere abbastanza consistente all’interno della pasta) e fatela raffreddare.

Nel frattempo preparate la pasta.
Setacciate la farina e incorporatela all’uovo e al concentrato di pomodoro, lavorate la pasta per qualche minuto fino ad ottenere un impasto elastico e morbido. Fate riposare la pasta per trenta minuti.

Preparate la salsa ai piselli.
Fate cuocere i piselli in poca acqua leggermente salata fino a che saranno belli teneri quindi scolateli (tenendo da parte la loro acqua di cottura) e metteteli in acqua e ghiaccio per farli raffreddare, quindi frullateli con il frullatore a immersione con qualche goccia della loro acqua di cottura, la mezza fogliolina di menta e un filo d’olio.

Preparate le caramelle.
Stendete la pasta in una sfoglia piuttosto sottile e con una rotella dentata ricavatene dei rettangoli di circa 10X7 cm. Mettete in mezzo a ciascun rettangolo di pasta un mucchietto di polpa di astice e chiudete la pasta premendo bene prima sul lato lungo e poi sui due lati corti formando delle caramelle.



Mettete l’acqua a bollire e preparate la crema di crescenza.
Versate il latte in un pentolino e la crescenza tagliata a pezzi. Riscaldate leggermente e poi frullate tutto con il frullatore ad immersione.

Immergete le caramelle nell’acqua bollente salata.

Preparate la salsa allo zafferano.
Prendete un cucchiaio della crema di crescenza e mescolatela allo zafferano.

Preparate la salsa al nero di seppia.
Amalgamate il contenuto della bustina di nero di seppia con un apio di cucchiaini di acqua di cottura della pasta.

Scolate le caramelle dopo circa cinque minuti di cottura.
Adagiatele in una padella in cui avrete fatto sciogliere il burro e ristretto l’acqua fuoriuscita dall’astice e tenetele in caldo.

Componete il piatto.
Dividete la crema di crescenza calda nei quattro piatti e ruotateli facendo in modo che la crema si distribuisca uniformemente formando un velo molto sottile sul fondo di ciascun piatto.

Disponete in ciascun piatto tre caramelle e a fianco di ciascuna di esse le tre salse.

Decorate con la bottarga grattugiata.

Con questa ricetta è con grande piacere che partecipo al Contest dell'Estate, i Piatti delle Stars.






33 commenti:

  1. Bella e raffinata davvero! A me piace molto la pasta ripiena con pesce e simili, anche se mi manca il tempo per prepararla in casa. Ma verrà il momento giusto!
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente verrà il momento giusto e ti accorgerai di quanto veloce sia prepararla.
      Ciao Claudette :)

      Elimina
  2. Mari! Che bello che partecipi con una ricetta dedicata ai Baustelle! :)
    Stupenda, stupendo tutto :*
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che abbiamo una passione in comune ;)
      Un bacione Elisa!

      Elimina
  3. Non so come ti sia venuta l'ispirazione, ma complimenti, mi piace tutto il sapore, la forma e il condimento. In bocca al lupo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annarita! Ahah...sono stata ispirata da un piatto di tortellini alla panna, prosciutto e piselli, certe ricette nascono proprio in maniera strana :)

      Elimina
  4. WOW Mari! sei bravissima!!! hai avuto un'altra genialata, un piatto veramente pop, colorato e divertente! la tua abilità e la tua fantasia sono sempre al top!
    un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francy, come al solito sei troppo gentile! Un bacione a te carissima!

      Elimina
  5. mari, per me hai vinto tu! sei un genio, punto.
    adoooooooooro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooooo, non esageriamo! Un bacione Cristina :)

      Elimina
  6. Un lavoraccio per una finale immediata....boccone e via !!!!!!! Buonissimo tutto adoro l'astice e poi tutto il resto, sei veramente super. Tengo nota del post ma non mi cimenterò mai ....mangiare un astice si ma se qualcuno lo cuoce mi fa impressione....e quello in scatola non è la stessa cosa ....
    Buon proseguimento ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara! Ma guarda...sembra un lavoraccio ma poi alla fine si fa abbastanza velocemente.
      Hai perfettamente ragione sull'astice in scatola, non sa di niente. Però se ti fa impressione cucinarlo (anche a me dà un po' fastidio) puoi ripiegare su quello surgelato, non è proprio come quello fresco ma almeno è già morto :)
      Ciao e a presto :)

      Elimina
  7. Bellissimo piatto !!! Colorato ed originale...e anche impegnativo!!! Ma d' altra parte , la classe non è acqua !!! Complimenti cara!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Impegnativo però non lo è tanto quanto può sembrare.
      Grazie mille e un abbraccio a te :)

      Elimina
  8. wooow favoloso piatto...che inventiva mica da poco! complimentoni! anch'io ho fatto ieri pasta ripiena per lo stesso contest ma per un genere musicale diverso, la vedrai nei prossimi giorni! in bocca al lupo cara...sei stata davvero bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps. che combinazione, anch'io oggi bottarga nell'insalata! ultimamente mi sento telepatica con diverse persone! :)

      Elimina
    2. Ahhh... allora ci hai preso gusto veramente anche tu con la pasta ripiena ;)
      Un bacione!

      Elimina
    3. eh già...colpa tua! :)

      Elimina
    4. beh, se hai voglia di venire a dare un'occhiata, la ricetta la trovi qua:
      http://www.dolcementeinventando.com/2013/07/cuorravioli-alla-mousse-di-mele-e.html

      Elimina
  9. Che meraviglia di colori ..... Sembra un quadro!!!
    Mari complimenti questo piatto e' veramente originale e mi immagino buonissimo .....le caramelle all'astice le assaggerei con piacere :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se mai ci dovessimo incontrare un giorno le prepariamo insieme :)
      Un bacione!

      Elimina
  10. Sei un'artista! In tutti i sensi!!!!
    stupendamente delizioso!!!

    vinci, vinci, vinci!!!!!!!!


    besos!

    RispondiElimina
  11. AGHHHHHH-----ma non ti avevo già lasciato un commento? Non ti avevo scritto niente? Ma sono sotto stupefacenti, non posso crederci. Le meravigliose caramelle all'astice mi sono rimaste nelle dita...non posso crederci.
    Perdonami in ginocchio Mari. Ti ho inserita ed ho dimenticato di commentare. Sono una bestia.
    Stupende. E non dico altro.
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Patty :D
      I tuoi commenti mi fanno sicuramente piacere ma non è successo nulla, non ti preoccupare (chi è il tuo spacciatore?) addirittura chiedermi perdono in ginocchio... Vabbè dai... per questa volta ti perdono ;)
      Un bacione grande!

      Elimina
  12. Ciao! Piacere di conoscerti sono paola del blog cookingedintorni.blogspot.it, sono passata qui, dopo essere passata per caso nel blog di tuo marito e ho deciso di diventare una tua lettrice. Belle queste caramelle all'astice! Complimenti e a presto
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Piacere mio! Appena riesco passo anch' io da te. A presto!

      Elimina
  13. una ricetta molto raffinata , va heh non è uguale ma si può prender eanche l'astice surgelato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non è proprio la stessa cosa ma si può anche fare :)

      Elimina
  14. Da Chef.
    Da Grande Chef.
    E non riesco ad aggiungere altro!!!!!

    RispondiElimina